Marco Geronimi Stoll

Comunicazione etica di imprese per la decrescita

Mese: novembre 2010

La strategia dell’ignoranza

Vi immaginate la Cocacola che finanzia la Pepsi? O la Microsoft che finanzia la Apple?
E allora perchè il partito della televisione dovrebbe continuare a finanziare il suo unico oppositore, la cultura?
Fate questo conticino: un minuto (un solo minuto) di pubblicità sulle sette principali TV costa come lo stipendio di tutta la vita di un insegnante.

Leggi

Luigi Veronelli, sei anni fa

Nessun commento, solo questo link.
Da leggere lentamente e con tenerezza per ricordare che la giustizia passa dalla terra, quindi ha anche un sapore e un profumo.

Venere: allarmismo o allarme

Se crolla la casa non gridare ‘si salvi chi può’, se no la gente si spaventa. Devi tranquillizzare il pubblico, se no non ti sceglie. Venere è il pianeta dell’amore, dell’eros; l’energia fossile è il viagra dell’economia. Ci scalderemo un po?
Date un’occhiata qui. http://ugobardi.blogspot.com/2010/11/la-sindrome-di-venere.html

Un’idea che funziona: da morire

Brescia. Uno dei migranti che protestano sulla gru s’è messo un cappio al collo. La sua immagine che ciondola da una gru a 35 metri bucherebbe tutti i TG.
Vale così tanto un po’ di visibilità? Per tre minuti di televisione in questo paese occorre diventare Jan Palach?
A Brescia la polizia sta caricando mentre scrivo, ho sentito in diretta alla radio la voce del vicequestore strillare ai giornalisti con quella vocetta di falsetto (sonoro paradigma del potere italico). 

Leggi

I nuovi corsi di Smarketing

Ecco il calendario di novembre e dicembre.
Sono corsi-maratona di due giorni, divertenti ma intensi.

A chi interessano:
– a chi, per necessità, lavoro o militanza, si trova a fare un volantino, aggiornare un sito, inventare il nome di un’iniziativa… insomma a comunicare senza essere un addetto ai lavori;
– a chi, lavoricchiando nelle periferie del marketing, si è stufato dei meccanismi privati e pubblici di quel mondo e preferirebbe lavorare con dignità e onestà culturale.

Continuate la lettura se vi interessa saperne di più.

Leggi

Sul marketing elettorale

Due noticine banali banali sulla differenza tra attivismo politico e marketing elettorale.

1 Scrive Seth Godin nel suo blog: “dal 1960 i votanti alle elezioni di mid term scendono significativamente, e c’è solo una ragione, la pubblicità televisiva.  … E’ progettata solo per uno scopo, diminuire l’affluenza alle urne dei votanti avversari; se gli spot ce la fanno a toglierti la voglia di votare (perchè tanto sono tutti cialtroni) allora hanno avuto successo.”
Questo vale anche guardando la scena dall’Italia, le somiglianze sono evidenti; quello che qui ci interessa è un apparente dettaglio. In questo meccanismo di cattiveria bavosa e candidati traballanti sono facili le scalate di chi ha visibilità: ci sono un sacco di “partigiani di se stessi”, da ambo le parti, che possono impossessarsi del sistema, o meglio di suoi importanti frammenti.

Leggi

Marco Geronimi Stoll comunicazione etica per la decrescita | Sede legale Via Marconi 33, 25064 Gussago (BS), Partita IVA 03407910177