Marco Geronimi Stoll

Comunicazione etica di imprese per la decrescita

Categoria: video&cine

Dietro a One Frame Movie

Al Festival del Cinema di Locarno, anche quest’anno abbiamo realizzato “one frame movie”.
Chi mi conosce sa già che è andata davvero bene e che continueremo i prossimi anni, e anche d’inverno in alcune scuole del Canton Ticino.

Questi i link all’edizione di agosto 2015:

Presentazione della SUPSI, l’università pubblica svizzera che ogni anno promuove, conduce e ospita One Frame Movie
Pardo Live, il giornale del Festival
Pagina Facebook del gruppo di lavoro, con galleries di foto

Continuate a leggere questo articolo se vi interessa la riflessione ideativa, che fu contributo nel Comitato Scientifico che ha sviluppato il progetto.
Per chi non ne sa nulla, ci sono anche i link al progetto 2014 così come poi è stato realizzato.
Buona lettura-

Leggi

Dai, giochiamo alla pace!

Ho scoperto un giocattolaio e varie insegnanti che giocano alla pace.
Ogni giocattolaio sa una cosa importante.
Che se c’è la guerra, la fantasia infantile sa raccogliere un ramo secco che diventa un fucile con cui bum bum ammazzo tutti i nemici.
Che se vedo il lavoro femminile accudisco alla mia bambola, la lavo e le cucio i vestitini, ma appena le donne devono diventare gnocche-TV-style e allora ecco che con la stessa agilità mentale metto alla Barbie la minigonna rosa piena di luccichini nell’attesa di quando sarò anch’io una vertiginosa adolescente di plastica.

Leggi

Con Elio sul paesaggio delle Marche

elio-e-marco-geronimi-stollMarco Geronimi Stoll intervista il
Prof Elio Dellestorietese,
docente di Neonatologia Immobiliare all’Università di Yale

Modera Riccardo Picciafuoco
del Forum Paesaggio Marche.

Benvenuti. Per noi è un grande onore accogliere oggi il prof. Elio Dellestorietese;  il pubblico italiano poco conosce la sua pubblicistica scientifica, qui è noto per il suo simpatico hobby di cantare;  pochi sanno che è un’insigne rappresentante dei cervelli in fuga italici.

Leggi

Lo Faccio Bene Cinefest

proiezione all'aperto

La definizione recita:
“Festival internazionale itinerante delle buone prassi e dell’ottimismo fattivo.”
Gli amici che lo organizzano mi hanno chiesto di dirlo con altre parole.
Per spiegare perché è così speciale ho dovuto farmi queste altre domande.

1. Cos’è un festival del cinema in questi primi anni di post-televisione?
2. Come può essere itinerante: può esserci un festival senza luogo?
3. Cosa sono le buone prassi in mezzo a questo green washing, in cui sembra che perfino la Shell sia etica e amica dell’ambiente?
4. E questo ottimismo fattivo, che ci fà in mezzo a ‘sta crisi che è anche civile e morale?
Se vi interessa leggete le risposte.

Leggi

L’Isola dei Furiosi

Roma, strascichi del 15/10.
Chi c’era davvero? secondo me quelli che hanno visto tutto in TV dal divano di casa.
Chi invece era lì tra i fumi del set, forse non ha visto lo spettacolo, ma solo l’enorme backstage di un inconsapevole Colossal.
Si sa che spesso gli attori sono gli ultimi a conoscere come esce la commedia o il film, specialmente se è una produzione molto grossa con migliaia di comparse. La trama, e la morale, sono quello che capisce lo spettatore, questo è fatale. Il regista sa che la mente umana ama le storie facili da capire, dove si capisce chi è il cattivo, chi il buono, poi c’è un po’ di suspance, un po’ di sentimenti stereotipati e infine vincono i buoni.

Il labirinto visto da fuori
Il mio punto di vista non pretende di spiegare niente, solo di aggiungere un ulteriore spunto di analisi, perchè quando una situazione è complessa, avere uno strumento per vedere il labirinto dall’alto fa perdere i dettagli ma pernette di vedere l’insieme.

Leggi

Marco Geronimi Stoll comunicazione etica per la decrescita | Sede legale Via Marconi 33, 25064 Gussago (BS), Partita IVA 03407910177